Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2016

Il mito della convivenza in al-Andalus. Intervista a Jose Javier Esparza

Immagine
Siamo veramente orgogliosi di poter offrire al pubblico italiano un’intervista esclusiva al dott. Jose Javier Esparza, giornalista televisivo e scrittore; autore di una trilogia sulla Reconquista e di una “Storia del Jihad”.
Gent. dott. Esparza, voglio ringraziarla sentitamente per aver accettato di rilasciare questa intervista a Storia di al-Andalus che è ancora una realtà giovane ma in rapida crescita nel panorama dei blog italiani che si occupano di storia. L’obiettivo è quello di far conoscere meglio al pubblico italiano vicende e personaggi appartenenti ad un periodo storico da noi poco compreso e conosciuto come quello della Spagna sotto la dominazione musulmana. La sua trilogia sulla “Reconquista” è un’opera monumentale, ricca di approfondimenti e nella quale si nota una grande passione per gli argomenti trattati oltre ad una ammirabile capacità scrittoria. Volevo farle i miei complimenti. Come mai ha sentito il bisogno di dedicarsi ad un tema complesso e vasto come questo? Che cos…

Lo scontro fra arabi e berberi.

Immagine
Le teorie di una pacifica convivenza fra etnie e religioni in al-Andalus si scontrano con le testmonianze che invece ci raccontano storie di contrapposizione e scontro. Scontri che non avvenivano solo fra persone di diverse fedi, ma anche tra gli stessi musulmani...

Intervista esclusiva ai curatori del blog "Arqueo al-Andalus", importante punto di riferimento per gli studiosi ed appassionati spagnoli.

Immagine
Uno dei nostri obiettivi è quello di fare rete con persone, studiosi, associazioni e spazi virtuali che possano aiutarci ad allargare la nostra visione sulla Spagna musulmana, sviluppando con loro collaborazioni, scambio e confronto di idee. Oggi vogliamo proporvi un'intervista ai due curatori del blog "Arqueo al-Andalus" che in Spagna si sta sempre di più affermando come importante riferimento per gli appassionati del settore.
Benvenuti sul blog Storia di al-Andalus e grazie per aver accettato di rilasciare questa intervista. La linea editoriale del nostro blog è quella di dare spazio alle molte voci e idee, anche contrastanti, che riguardano il periodo della dominazione islamica della Spagna perché crediamo sia giusto permettere ai nostri lettori di attingere alla maggior quantità di materiale possibile. Il blog Arqueo al-Andalus(https://arqueoalandalus.wordpress.com) è davvero una miniera d’oro per tutti gli appassionati. Davvero complimenti per il vostro prezioso lavo…

La conquista musulmana della Spagna (parte II)

Immagine
Continua il nostro viaggio alla scoperta degli eventi e delle cause che provocarono e favorirono l'invasione musulmana della Spagna,
Se il video è di vostro gradimento iscrivetevi al canale youtube Storia di al-Andalus e lasciate i vostri commenti.


16 luglio 1212, Las Navas de Tolosa, la madre di tutte le battaglie.

Immagine
Il 16 luglio è una data fondamentale per la storia della Spagna. Proprio in questo giorno, infatti, ebbe luogo la battaglia decisiva che aprì la strada alla definitiva espulsione dei musulmani dalla Penisola iberica.
La sconfitta nella battaglia di Alarcos (19 luglio 1195) fu un duro colpo per le armate di Alfonso VIII di Castiglia. Le conseguenze di quella disfatta lo obbligarono a chiedere al califfo almohade
(Chi erano gli Almohadi?) un tregua decennale che gli consentisse di riorganizzarsi, ma durante questo tempo Alfonso non smise mai di pensare alla vendetta. La situazione precipitò nel 1211 quando i musulmani occuparono dopo un duro assedio la piazzaforte di Salvatierra che era diventata l’ultimo bastione cristiano a sud del fiume Tago la cui conquista lasciava spianata la strada per Toledo.
Nel campo musulmano il califfo Muhammad an-Nasir, studiava la possibilità di un attacco in grande stile, una nuova jihad che consentisse di annientare e annettere definitivamente tutti i r…

Un nuovo video sul canale youtube "Storia di al-Andalus"

Immagine
Pubblicato il secondo video sul canale Storia di al-Andalus. Iniziamo il nostro viaggio proprio dall’invasione islamica della Spagna.
Buona visione.

La battaglia di Simancas, la prima e atroce disfatta dell'esercito musulmano.

Immagine
Il 1° agosto 939 nei pressi della città di Simancas nella regione di Valladolid, si svolse una battaglia memorabile e fondamentale per la storia della Reconquista. Gli eserciti del califfo Abd ar Rahman III e quelli dei regni cristiani del nord si scontrarono in campo aperto e per la prima volta i cristiani riuscirono a sconfiggere e mettere in fuga un poderoso esercito moro.
Le battaglie antecedenti di Covadonga o Clavijo, sono così ammantate di elementi leggendari e soprannaturali e le fonti così scarse e poco attendibili da far addirittura dubitare molti studiosi della loro esistenza. Nel caso di Simancas invece non vi sono dubbi perché viene citata sia da fonti musulmane sia cristiane. Appurato che vi fu questa battaglia, come vi si arrivò? Il confine tra i regni cristiani e il Califfato di Cordova correva all’epoca lungo il corso del fiume Duero, ma da qualche tempo si erano andate intensificando le razzie da parte dei cristiani a danno dei centri musulmani di Madrid (allora po…

Nuovo canale youtube Storia di al-Andalus

Immagine
Storia di al-Andalus amplia i suoi orizzonti e sbarca anche su youtube con un nuovo canale dedicato alla storia della Spagna musulmana.
Sarà associato al blog e conterrà anche contenuti originali ed approfondomenti sulle varie tematiche di cui ci stiamo occupando.
Per il momento non mi resta che invitarvi ad iscrivervi al canale e invitarvi a postare le vostre domande, osservazioni e perchè no, anche critiche costruttive.

A presto con un nuovo articolo.

L'igiene nei mercati. I trattati di hisba.

Immagine
Fino all'avvento dei moderni sistemi di preservazione e refrigerazione, la conservazione del cibo fu sempre un problema di primaria importanza per le società umane. Non vi era solo la necessità di far durare più a lungo gli alimenti, ma anche quella di evitare che attraverso la loro decomposizione o contaminazione si potessero scatenare focolai di infezioni dalle conseguenze imprevedibili. Abbiamo visto in un precedente articolo (Hammam, terme...) l'importanza che l'igiene rivestiva nel mondo musulmano e quali erano i luoghi dedicati e predisposti alla pulizia personale. Ora ci occuperemo di affrontare questo tema estendendolo ai rapporti commerciali che quotidianamente si svolgevano nei numerosi mercati che coloravano e vitalizzavano le strade delle città di al-Andalus. La fonte principale di informazioni a riguardo sono i cosiddetti trattati di hisba e cioè una serie di regolamenti e di norme che alcuni funzionari stilavano ad uso dei responsabili dei vari luoghi di sca…